Pages

GF DELLE ALPI

E senza ombra di dubbio una delle mie granfondo preferite, e domenica non potevo mancare anche perché uno degli obbiettivi della stagione è riuscire a portare a termine tutte le prove di Coppa Lombardia. La partenza è abbastanza anomala, per ragioni di sicurezza, visto quello accaduto l’anno scorso l’organizzazione ha deciso di far procedere il gruppo a velocità controllata. Penso che il dietro “moto” sia stato un tantino eccessivo e prolungato, le cadute non sono tardate ad arrivare ed i continui rallentamenti hanno influito di gran lunga sui tempi finali di ciascun concorrente.

 

Dal canto mio l’andatura controllata ha solo giovato alla mia gamba, che reduce da tre settimane di riposo o quasi faticava a prendere il ritmo giusto, anche perché avvertivo ancora il solito fastidioso dolore.

Ad ogni modo riesco a mantenere un’andatura più che buona per il mio stato, la prima salita mi scivola sotto senza troppi affanni, recupero un gran numero di posizioni. Confortato dalle buone sensazioni non mi faccio prendere dall’entusiasmo e continuo con il mio passo, per oggi è così e grosse cose non se ne possono fare. Allo scollinamento di Teglio, tiro il fiato e mi butto in discesa, mi aggrego ad un gruppetto ed insieme arriviamo ai piedi della salita di Ponchiera, che affronto con un passo regolare e costante, costretto a scalare qualche dente per non affaticarmi più di tanto. Tutto sommato sembra andare abbastanza bene penso, ma quando giungo all’ultima salita (Triangia) tutto si complica, non riesco a spingere in maniera rotonda, e dopo poco l’unica gamba che “gira” è la destra. Il restante tratto di percorso che mi porta verso Sondrio mi sembra interminabile.

Giungo all’arrivo con il tempo di 3h 1’ 14” 68° di  categoria.

Anche questa è andata.

Gianluca Muratore

Se ti va lascia un commento su quanto letto, mi farebbe molto piacere grazie. Gianluca